MIDLANDS

NOTTINGHAM, PEAK DISTRICT NATIONAL PARK, CHESTERFIELD, BIRMINGHAM.

3 giorni, 2 notti

Il nostro primo viaggio…insieme!

Dopo pochi mesi insieme, ci siamo trovati nel bel mezzo dell’Inghilterra, letteralmente!

E’ un Paese che amiamo moltissimo e di cui siamo follemente innamorati. E questo itinerario insolito, ed inaspettato, ha accresciuto ancor di più la nostra passione per la terra britannica.

Il nostro volo partiva da Napoli con destinazione East Midlands, una tratta inaugurata da poco tempo dalla compagnia Ryanair.

Abbiamo deciso di noleggiare un’auto per reggere i ritmi del nostro crazy itinerario. Ci siamo affidati alla compagnia di noleggio “Easirent” (easirent.com) che ci era parsa un buon compromesso per rapporto qualità-prezzo. Abbiamo optato per la polizza con assicurazione completa per viaggiare senza pensieri (che vi straconsigliamo sempre).
Tra l’altro è stata la nostra prima esperienza con guida a destra! (Andate sciolti, è solo questione di abitudine).
Nota: tenete bene a mente che per poter pagare avrete bisogno di una carta di credito, altrimenti sarà trattenuto, sulla vostra carta, un deposito cauzionale, che però vi sarà “sbloccato” alla riconsegna dell’auto.

Dopo aver recuperato l’auto ci siamo diretti a Nottingham, dove abbiamo alloggiato in una centralissima e tipica casa inglese, prenotata su AIRBNB (per 25€ di sconto su Airbnb -> www.airbnb.it/c/edacomo?s=41).

Per chi non lo sapesse, Nottingham è la città di Robin Hood, il guerriero-statua pronto a scagliare la sua freccia proprio fuori il Castello di Nottingham, che si trova nel cuore della città.
Del castello, tipicamente medievale, non resta molto. Oggi esso è un museo e galleria d’arte, da visitare se si vuole conoscere meglio la storia della bella Nottingham.

Vi consigliamo un giretto per la città, perdendovi tra le sue viuzze in tipico stile inglese (che noi adoriamo)

.

 

Altra tappa imperdibile è il Wollaton Hall and Deer Park. Il Wollaton Hall è una grande casa di campagna di epoca elisabettiana che oggi ospita il Nottingham Natural History Museum e il Nottingham Industrial Museum. Davanti all’imponente edificio si estende il parco di Wollaton dove, passeggiando, potrete fare incontri molto simpatici con cervi e daini, bellissimi da fotografare.

 

 

A Nottingham, per gli appassionati della leggenda di Robin Hood, c’è la foresta di Sherwood.
Noi però abbiamo preferito dirigerci verso il Peak District National Park, un bellissimo ed immenso parco naturale, a circa 80 km da Nottingham, che ci ha regalato panorami mozzafiato. E’ il parco più visitato d’Europa ed è sicuramente uno di quei luoghi dove vorremmo ritornare in futuro!

Prima della partenza avevamo segnato i punti panoramici che avevamo scelto di visitare perché sarebbe stato impossibile girarlo interamente.
Ecco le nostre tappe:
– Curbar Edge
– Ladybower Reservoir
– Stanage Edge.

Ci sono tanti altri punti spettacolari da vedere, ma purtroppo il tempo a nostra disposizione non era molto.

Come arrivarci? Abbiamo visto lungo la strada diversi bus turistici anche se la scelta più comoda è sicuramente l’auto, soprattutto per avere spostamenti più liberi e veloci.

Dopodichè ci siamo diretti a Chesterfield, breve tappa fuori itinerario, per salutare dei parenti che abbiamo li.

Ma la giornata non finisce qui: nel tardo pomeriggio siamo partiti con direzione Birmingham. E’ stata una giornata super!
A Birmingham ci siamo affidati ancora una volta ad Airbnb, che si è rivelato ancora un’ottima scelta!

Birmingham è davvero carina, città universitaria e quindi piena di giovani. Vi consigliamo un bel giro per la città. Noi siamo stati fortunati perché siamo stati accolti da una bella giornata di sole!

Per i più golosi, c’è la sede della Cadbury, noto marchio britannico di cioccolata, dove è possibile fare tour autoguidati, con tanto di dolci e gustosi omaggi, alla scoperta delle fasi di lavorazione della cioccolata e della storia di Cadbury. E secondo voi potevamo perdercelo? Ovviamente no!

Siamo rimasti affascinati da tutto ciò che abbiamo visto e vissuto.
Vi consigliamo assolutamente le, ancora poco turistiche, Midlands per un break dalla quotidianità!

QUANDO ANDARE?
Noi ci siamo stati a Maggio e il clima era abbastanza freddo. L’estate è forse il periodo migliore per godere di temperature un po’più miti.

 

Se avete altre domande o curiosità, siamo a vostra disposizione !

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *